user_mobilelogo

Seleziona un articolo da leggere

e 1920 
 

Sul territorio dell'Ecomuseo esistono e operano due realtà importanti quali il  Parco Naturale Adamello Brenta e le Terme di Comano che, in sinergia con la locale Azienda per il Turismo, offrono a residenti e ospiti varie attività di visite, animazione e intrattenimenti. A queste iniziative, alcune già supportate  dall'Ecomuseo, lo stesso ha affiancato da qualche anno la particolare proposta culturale del Parco del Poeta e una serie di percorsi tematici, semplici suggerimenti di itinerari che permettono di scoprire il patrimonio territoriale in modo autonomo, in base a propri gusti e aspettative.

Per facilitare residenti e ospiti in questa scoperta è stata inoltre realizzata un' originale cartina escursionistica.

 

La cartina escursionistica è disponibile presso APT Terme di Comano-Dolomiti di Brenta nr verde 800 11 11 71 Tel: +39 0465 702626

Di seguito Parchi e Percorsi:

 

 

Territorio

L’ecomuseo è uno strumento che permette ad una comunità attenta di avviare, in sinergia con i propri amministratori, un percorso di valorizzazione e tutela del proprio patrimonio territoriale, attraverso un’innovativa messa in rete dei luoghi simbolici, dei siti naturalistici e culturali di maggior interesse.

Con l’istituzione di un Ecomuseo si crea così un “museo dinamico, diffuso su di un intero territorio” nel quale il paesaggio, la storia, i sapori, la cultura materiale e immateriale, vengono proposti con creatività alla visita dell’ospite, nonché accompagnati con attenzione dalla propria comunità nel futuro.
Con questa pubblicazione (ultimata nel 2011) l’Ecomuseo della Judicaria “dalle Dolomiti al Garda” ha scelto di presentare singolarmente ognuno dei 6 Comuni amministrativi di cui è composto, come fossero singole tessere di un prezioso mosaico da comporre e scoprire nella sua interezza.

Entrando nella pagina relativa ai singoli Comuni, sarà possibile scoprire sul depliant dedicato, informazioni, curiosità e suggerimenti di visita di ogni porzione del territorio.

 
 

Archivio progetti

Nel corso degli ormai 17 anni d'attività, l'Ecomuseo ha potuto realizzare numerosi progetti. Molti sono stati gli ambiti indagati e vario è stato il target coinvolto: si sono realizzati percorsi di formazione specifici, di informazione rivolti alla popolazione, progetti per la valorizzazione di personaggi storici, di siti archeologici, di prodotti tipici locali, progetti con la scuola, con l'università della terza età ecc.

Vista la miriade di progetti realizzati, in questa sezione ci si limita a riportarne, in modo sintetico, i principali. 

Chi fosse interessato, per motivi di studio o di lavoro, ad approfondire la conoscenza dei singoli progetti realizzati, può contattare l'Associazione.

reti-ico-aIn tutte le attività realizzate dall’Ecomuseo si è volutamente ricercato il supporto-apporto delle Reti, a partire da quella locale, come poi quella provinciale e nazionale. In questi anni si è infatti lavorato per creare relazioni a diversi livelli, necessarie e fondamentali per condividere le strategie da attuare e per gestire le singole azioni.

A livello lacale, le collaborazioni attivate riguardano l’ambito istituzionale, a partire dai Comuni, con il coinvolgimento diretto di sindaci e assessori, alla Comunità di Valle, Biblioteca di Valle, Centro Studi Judicaria e Parco Adamello Brenta, sino ad arrivare alle numerose  associazioni (Rete del Territorio e singole associazioni, una su tutte l’Associazione "Strada del Vino e dei Sapori dal Lago di Garda alle Dolomiti di Brenta" per la valorizzazione dei prodotti locali).
Oltre alle collaborazioni, vanno poi menzionate due convenzioni, con l'Azienda per il Turismo e con l'Associazione ProEcomuseo, che garantiscono la fattibilità dei progetti annuali dell'Ecomuseo.

Salendo di livello, l'Ecomuseo della Judicaria fa parte della "Rete degli Ecomusei Trentini", come pure della "Rete nazionale Mondi Locali".

 

mabshadow-for-printing-jpg

Il 26 settembre 2013 è stato consegnato al Ministero dell'Ambiente il dossier di candidatura al programma MAB (Man and Biosphere-Uomo e Biosfera) dell'UNESCO del territorio che comprende le "Alpi Ledrensi e Judicaria - Dalle Dolomiti al Garda" per un totale di oltre 40.000 ettari.
Il via libera è stato formalizzato il 6 settembre 2013, con la sottoscrizione del Protocollo di intesa fra tutti i venti enti coinvolti nel progetto, tra cui undici Comuni aderenti al progetto (Comano Terme in qualità di capofila, Bleggio Superiore, Dorsino, Fiavé, Ledro, San Lorenzo in Banale, Stenico, Tenno, Riva del Garda, Bondone, Storo), le Comunità delle Giudicarie e Alto Garda e Ledro, i BIM del Sarca e del Chiese, il Parco Naturale Adamello Brenta, le APT Terme di Comano e Ingarda e il Consorzio per il Turismo della Valle di Ledro.
La designazione a "Riserva della Biosfera" è una qualifica internazionale che viene assegnata dall'Unesco, sin dagli anni '70, all'interno del Programma MAB (Man and the Biosphere), a quei territori che si contraddistinguono per la capacità di aver saputo promuovere uno sviluppo socio economico sostenibile, quindi il fine della Riserva della Biosfera non è solo la tutela (che peraltro è già garantita dalla presenza di numerose aree protette, su oltre il 30% della Riserva proposta), ma anche lo sviluppo sostenibile. Si tratta, quindi, di un programma che non intende assolutamente imbalsamare un territorio, ponendolo sotto nuovi vincoli, ma al contrario premiarne "l'eccellenza", ovvero la capacità di sviluppare, nel tempo, un modello di gestione equilibrato e non in contrasto con le attività economiche. I territori riconosciuti all'interno del programma MAB possono diventare anzi un modello di sviluppo che può servire da esempio ad altre zone.

Nel mondo vi sono 621 Riserve della Biosfera, unite in rete, in Europa sono 166 concentrate soprattutto in Spagna, Germania, Polonia e Regno Unito. In Italia sono 10, nessuna delle quali in Trentino. La possibilità offerta al territorio delle Alpi Ledrensi e delle Giudicarie Esteriori rappresenta quindi una importante opportunità di sviluppo economico e turistico per l'area, dandole una visibilità a livello mondiale.
Il progetto non è stato calato dall'alto, ma è partito su iniziativa autonoma dell'Ecomuseo della Judicaria, e poi coordinato dai rappresentanti delle Amministrazioni locali.
La partecipazione e l'informazione non è mai mancata, nonostante i tempi rapidi imposti dalle scadenze per la presentazione della candidatura: lo dimostrano le numerose serate informative organizzate sul territorio e la corposa rassegna stampa proposta dai quotidiani locali.
Il lavoro di partecipazione e condivisione con il territorio non si è fermato con la consegna del dossier di candidatura: infatti a partire dal mese di novembre ha preso avvio un percorso partecipato nell' ambito del progetto europeo LlFE + TEN, sostenuto dalla PAT e dal MUSE, attraverso il quale si prevede di stimolare una discussione sul futuro del territorio delle Alpi Ledrensi, ricompreso all'interno dell territorio candidato al riconoscimento MAB. Sono previsti, inoltre, altri momenti informativi anche nelle altre zone interessate dalla Riserva della Biosfera.

 

 

Contatti

Ecomuseo della Judicaria "Dalle Dolomiti al Garda"
via G. Prati, 1
38077 Comano Terme (TN)
cell. 3403547108
tel. 0465701434
e-mail: ecomuseojudicaria@dolomiti-garda.it

Seguici su:

facebook 48   instagram 48   twitter 48  

 

 

LogoEnteEcomuseo 150.1

Gallery