Ecomuseo.

Eventi.

eventi

  

Progetti.

progetti

 

Territorio.

 

Riserva Biosfera dell'UNESCO

mabshadow-for-printing-jpg

Il 26 settembre 2013 è stato consegnato al Ministero dell'Ambiente il dossier di candidatura al programma MAB (Man and Biosphere-Uomo e Biosfera) dell'UNESCO del territorio che comprende le "Alpi Ledrensi e Judicaria - Dalle Dolomiti al Garda" per un totale di oltre 40.000 ettari.
Il via libera è stato formalizzato il 6 settembre 2013, con la sottoscrizione del Protocollo di intesa fra tutti i venti enti coinvolti nel progetto, tra cui undici Comuni aderenti al progetto (Comano Terme in qualità di capofila, Bleggio Superiore, Dorsino, Fiavé, Ledro, San Lorenzo in Banale, Stenico, Tenno, Riva del Garda, Bondone, Storo), le Comunità delle Giudicarie e Alto Garda e Ledro, i BIM del Sarca e del Chiese, il Parco Naturale Adamello Brenta, le APT Terme di Comano e Ingarda e il Consorzio per il Turismo della Valle di Ledro.
La designazione a "Riserva della Biosfera" è una qualifica internazionale che viene assegnata dall'Unesco, sin dagli anni '70, all'interno del Programma MAB (Man and the Biosphere), a quei territori che si contraddistinguono per la capacità di aver saputo promuovere uno sviluppo socio economico sostenibile, quindi il fine della Riserva della Biosfera non è solo la tutela (che peraltro è già garantita dalla presenza di numerose aree protette, su oltre il 30% della Riserva proposta), ma anche lo sviluppo sostenibile. Si tratta, quindi, di un programma che non intende assolutamente imbalsamare un territorio, ponendolo sotto nuovi vincoli, ma al contrario premiarne "l'eccellenza", ovvero la capacità di sviluppare, nel tempo, un modello di gestione equilibrato e non in contrasto con le attività economiche. I territori riconosciuti all'interno del programma MAB possono diventare anzi un modello di sviluppo che può servire da esempio ad altre zone.

Nel mondo vi sono 621 Riserve della Biosfera, unite in rete, in Europa sono 166 concentrate soprattutto in Spagna, Germania, Polonia e Regno Unito. In Italia sono 10, nessuna delle quali in Trentino. La possibilità offerta al territorio delle Alpi Ledrensi e delle Giudicarie Esteriori rappresenta quindi una importante opportunità di sviluppo economico e turistico per l'area, dandole una visibilità a livello mondiale.
Il progetto non è stato calato dall'alto, ma è partito su iniziativa autonoma dell'Ecomuseo della Judicaria, e poi coordinato dai rappresentanti delle Amministrazioni locali.
La partecipazione e l'informazione non è mai mancata, nonostante i tempi rapidi imposti dalle scadenze per la presentazione della candidatura: lo dimostrano le numerose serate informative organizzate sul territorio e la corposa rassegna stampa proposta dai quotidiani locali.
Il lavoro di partecipazione e condivisione con il territorio non si è fermato con la consegna del dossier di candidatura: infatti a partire dal mese di novembre ha preso avvio un percorso partecipato nell' ambito del progetto europeo LlFE + TEN, sostenuto dalla PAT e dal MUSE, attraverso il quale si prevede di stimolare una discussione sul futuro del territorio delle Alpi Ledrensi, ricompreso all'interno dell territorio candidato al riconoscimento MAB. Sono previsti, inoltre, altri momenti informativi anche nelle altre zone interessate dalla Riserva della Biosfera.

Gestione associata in convenzione tra i Comuni di:

Comano Terme

Bleggio Superiore

Dorsino

Fiavé

http://www.comune.sanlorenzoinbanale.tn.it/

S. Lorenzo in Banale

Stenico

Tenno

__

Partners

Benvenuti

benvenuti-300

Indirizzo

Servizio Ecomuseo della Judicaria “dalle Dolomiti al Garda” - Associazione Pro Ecomuseo "dalle Dolomiti al Garda"  presso Comune di Comano Terme
Via G. Prati, 1

38077 Ponte Arche (TN)

Contatti

Tel. 0465-701434

fax 0465-701725

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

I cookie ci aiutano a fornire i servizi. Navigando il sito accetti i cookie di esercizio